Salle de Conférences  dell'Hotel "EL MANSOUR" Casablanca "La medicina di fronte alle Onde" (La radiodisintegrazione) La natura e la diversità degli argomenti trattati nel corso di questa Conferenza permetterà a  ciascuno, intellettuale scientifico o profano, di farsi facilmente un'idea di ciò che è la  RADIODISINTEGRAZIONE o RADIESTESIA SCIENTIFICA. Il Professor Louis Turenne, anziano  professore alla Scuola di Artiglieria di Fontainebleau, all'età di 83 anni con 60 anni di pratica  durante i quali ha scoperto l'uranio del Limousin, i Petroli dei Pirenei, la Sorgente minerale di  Oulmès, i corpi mendeleviani 93, 94, 95, 96, 97, che compongono la bomba atomica (1939), ricchi  giacimenti minerari in Messico, più di 8000 sorgenti di acqua potabile in tutte le parti del mondo, vi  intratterrà intorno alle sue nuove scoperte ed al suo meraviglioso Metodo che permette di  individuare tutte le deficienze del corpo umano e di porvi rimedio per mezzo dei suoi meravigliosi  Catalizzatori d'Onde elettromagnetiche che ristabiliscono l'equilibrio vibratorio delle cellule umane.  La forma delle cellule umane, i 44 elementi mendeleviani del corpo umano e la sua ultima scoperta  che risponde al desiderio dei Medici di scoprire il Cancro prima che sia troppo tardi.  Louis Turenne Ing. Ultima conferenza Tenuta nell'Auditorium Hotel Mansour di Casablanca il 21/4/1954 teleradiodiffusa dalla Televisione del Marocco Il testo scritto che riportiamo qui, è la traduzione da un nastro magnetofonico. I puntini di sospensione indicano pause durante le quali l'Ing. Turenne operava manualmente senza parlare. Radio-disintegrazione o Radiestesia Scientifica La Scienza che studia la natura e i suoi fenomeni, per mezzo delle onde, ha fatto dei progressi enormi; non molto conosciuta dal pubblico  poiché molte persone praticano la radiestesia "nella loro fantasia"! Io ho voluto cercare soprattutto dal punto di vista scientifico, di  tracciare "una teoria", così da dare tutte le spiegazioni possibili, affinché non ci siano più discussioni a vuoto. Io sono stato Professore di  T.S.F alla Scuola di Fontainebleau, io sono Ingegnere alla Scuola Centrale Superiore "des Arts et des Manufactures" e da sessantun anni  pratico la radiestesia tutti i giorni per il mio lavoro e per il Tribunale della mia regione; sessantun anni, più qualche anno….. dunque oggi  ne ho 83, ma la mia radiestesia è talmente interessante che non si può abbandonarla. Mi ero promesso di ritirarmi a sessant'anni, poi a  settanta, poi a ottanta….. non c'è niente da fare….. bisogna arrivare fino all'ultimo quando si è trasportati da una scienza talmente  interessante. Ho comunque il piacere di ringraziare Monsieur Raze di aver voluto organizzare questa conferenza e le Autorità Ministeriali e  la Televisione del Marocco.  Monsieur Raze ha studiato il Metodo Turenne da molto tempo, l'ha appreso in modo perfetto (ndr: Monsieur  Raze e Madame Raze hanno tenuto aperto lo Studio Turenne in Casablanca dopo l'Ing. Turenne, fino agli anni 70), conosce i miei  apparecchi - eccoli qui, ce li ha portati oggi - ed io andrò a spiegarveli mano a mano nel corso di questo incontro. Bisogna che abbiate  fiducia nelle misurazioni che io farò, esattamente quanto e come avete fiducia in me stesso. La Radio-Disintegrazione in principio è una  Scienza; ecco le prove che io posso darvi: se noi prendiamo un pendolo, non necessariamente un Pendolo Universale definito ad aghi  magnetici, ma un pendolo ordinario, come ne vedete dovunque. Un pendolo ordinario legge solo le onde ad andatura orizzontale che si  spostano su un piano orizzontale: inutile sforzarsi di "selezionare" le onde, dico "selezionare" poiché vedrete tra poco che nella natura ci  sono dieci tipi di onde. Ecco come le ho scoperte: sono partito studiando le onde emesse da uno strumento principale: la Bussola. La  bussola è orientata: noi abbiamo qui le direzioni NORD e SUD. Se si studia una bussola con un pendolo senza aghi, come questo che  tengo in mano e che dà solo le onde orizzontali, attorno alla bussola noi vediamo "battere" il pendolo nella direzione del NORD, nella  direzione del SUD e nella direzione EST e OVEST. Nella zona di intervallo tra il centro della bussola e la zona di "battimento" a SUD  vediamo la rotazione negativa (sinistrorsa) del pendolo: è il Campo Magnetico Negativo conosciuto in FISICA… Sul lato NORD invece,  rotazione positiva (destrorsa) in tutto il settore NORD; ciò è conosciuto in FISICA: è il Campo Magnetico Positivo. Rintracciamo dunque le  onde come la FISICA ci dice.  Ora prendiamo i sette colori: ecco una striscia che li contiene (viola - indaco - blu - verde - giallo - arancio - rosso) orientiamoli dunque  sull'asse magnetico con il rosso a NORD ed eseguiamo la stessa verifica fatta sulla bussola:  - Notiamo che sui tre colori a NORD (rosso - arancio - giallo) il pendolo da rotazioni destrorse come sulla bussola: rileva dunque un campo  che la FISICA chiama: Campo Magnetico Positivo.  - Andiamo ora a fare la verifica sui tre colori Blu - Indaco - Viola e vediamo il pendolo ruotare verso sinistra - senso negativo - esattamente  come il Campo Magnetico Sud della bussola.  - Mettiamoci adesso col pendolo sopra il Verde: ci dà 5 battimenti EST-OVEST, 5 rotazioni positive (destrorse), 5 battimenti NORD-SUD, 5  rotazioni negative (sinistrorse) e poi l'arresto del pendolo. Provo a muovere il pendolo, sempre sul Verde, in ogni direzione, ma si arresta  sempre: è saturato! E' il fenomeno Saturazione, malgrado la mia volontà; vado a rilanciare il pendolo che però continua ad arrestarsi.  - Ora mi allontano decisamente dal Verde e dopo un istante torno di nuovo sul Verde ecco che il pendolo ricomincia a dare la SERIE dei 5 MOVIMENTI (vedremo tra poco l'importanza di questa SERIE). Sottolineo adesso un fatto importante: il pendolo mi ha disobbedito, (finché non l'ho spiazzato da sopra il Verde, si è rifiutato di assumere qualsiasi movimento gli volessi imprimere). ECCO LA GRANDE SCOPERTA! ECCO LA DIMOSTRAZIONE CHE IL PENDOLO NON È LEGATO AL MENTALE, MA ALLE LEGGI FISICHE. Esistono molti radiestesisti "mentali" che pongono delle domande al loro pendolo dicendo anche: al termine dei 5 giri ti fermerai….. o altro.   Io non sono affatto di questa idea; io ritengo di verificare e dimostrare fenomeni di FISICA, senza che il pendolo dipenda dalla mia volontà.   Ecco qui adesso un orologio. Gli orologi, quando sono in funzione danno delle "onde di choc", sono delle onde elettromagnetiche.  Rifacciamo sull'orologio tutte le verifiche d'onda che abbiamo fatto sulla bussola e sulla striscia dei colori: notiamo gli stessi identici  movimenti del pendolo; per conseguenza ecco un tipo di onda che è uguale all'elettro-magnetismo della bussola e della striscia dei colori.  Vi mostro ora un altro apparecchio:  questo è un blocco di RADIUM (naturalmente radio colloidale, perché si possa manipolare come e quando si vuole senza esserne  "bruciati"…..) ebbene, darà le onde sulle quattro direzioni della "scatola" nella quale lo abbiamo chiuso, ma cosa succede se cerchiamo,  come nella bussola, il positivo e il negativo? Si constata che il campo elettromagnetico che proviene da un campo di disintegrazione è  costituito allo stesso tempo di positivo e di negativo dappertutto. Ecco la dimostrazione: qui positivo poi negativo; lì positivo poi negativo, e  così dappertutto attorno e sempre, come vedete ogni volta: arresto involontario del pendolo, per saturazione … ancora arresto involontario  del pendolo.  Quando mi metto sopra un colore, il rosso per esempio, il pendolo dà una rotazione positiva. Ma perché il mio pendolo si  muove e gira? Vi do una grande spiegazione scientifica. Vedrete che sarà molto facile comprenderla: nel nostro sistema NERVOSO  SIMPATICO corrono delle onde che vanno fino alla mano e che escono attraverso le dita….. di conseguenza lì abbiamo un'emissione  d'onde - noi siamo dunque un'antenna: emettiamo delle onde e quando il nostro SISTEMA NERVOSO SIMPATICO è in buono stato di  salute, queste onde escono dalle nostre dita. Mentre lavoro sul colore il pendolo da rotazione positiva, ma se io con la mano sinistra mi  tocco il braccio destro che sta manipolando il pendolo - così vedete….. il pendolo si ferma e non ho più nulla….. perché? Perché ho fatto  un "corto circuito"…. . il nostro corpo ha dell'elettricità….. la mia corrente che esce dal BULBO RACHIDEO stava scendendo dal braccio  verso la mano e da lì al colore rosso, ritorna ma rientra attraverso il braccio sinistro e va dall'altra parte - è un circuito oscillante - ma se si  fa un corto circuito, il circuito oscillante continua, ma all'interno di me e mai arriverà fino al pendolo. Quando operiamo con un pendolo, il  nostro SISTEMA SIMPATICO crea tre piani d'induzione (disintegrazione): se mentre uso un pendolo od una bacchetta qualche altro  Operatore fa la verifica, trova sulla sommità della mia testa e sulla mano che lavora il piano ORIZZONTALE, il piano VERTICALE NORD-  SUD e il piano VERTICALE EST-OVEST: sono questi i tre piani di induzione di cui parla la FISICA…  Con il nostro pendolo si possono rilevare tutti i fenomeni di induzione fisica, esattamente come gli apparecchi che la FISICA stessa utilizza  allo scopo: c'è dunque un avvicinamento assolutamente diretto tra gli apparecchi di induzione della FISICA e tutti gli apparecchi  TURENNE, che basano il loro funzionamento sul fenomeno principio di INDUZIONE.  Ma torniamo al nostro blocco di RADIUM che è qui, in piedi, sul mio tavolo.  - Se io, con un pendolo semplice, voglio prendere le onde del suo piano orizzontale, ecco che il pendolo girerà con i movimenti dati anche  sul piano orizzontale della bussola e dei colori…..  - Se io prendo un secondo pendolo ad aghi magnetici con gli aghi messi in orizzontale….. rilevo gli stessi movimenti….. Se ora invece  metto gli aghi in verticale, e pretendo di fare la stessa misurazione, il pendolo non si muove…..esso non può, in questa condizione,  detectare le onde orizzontali poiché ha delle antenne di T.S.F, che possono entrare in induzione solo con i piani verticali….. ma ho  comunque qui i tre piani di induzione: un piano orizzontale, un piano verticale NORD-SUD e un piano verticale EST- OVEST…..   All'intersezione di questi due piani verticali, io prendo le onde con il dito della mano sinistra, tengo nella mano destra il pendolo con gli  aghi verticali positivo in alto, e spostando il dito sui piani verticali, vedrò il pendolo battere la direzione NORD-SUD….. ma batterà solo sul  piano NORD e non quello SUD….. là resta fermo!  - Se tolgo la mano sinistra, da sopra il blocco di RADIUM il pendolo si ferma.  - Se inverto il senso degli aghi (sempre in verticale) e rimetto la mano sinistra sul RADIUM, il pendolo batterà e rileverà il piano verticale  EST-OVEST….. e rileverà un movimento tanto ad EST come ad OVEST….. c'è qui della corrente alternata, come si dice in FISICA.  Avrete certamente rimarcato come continuiamo sempre ad essere dentro le leggi della FISICA. Per lavorare si comincia come allievo: io  ho formato circa tremila allievi nella mia vita - in tutti i paesi del mondo, - ebbene - l'allievo quando comincia è stupito, poiché operando sul  regolo con il pendolo (se si è bene allenato) vede il pendolo girare positivo quando trova un campo positivo e girare negativo quando trova  un campo negativo e arrestarsi quando c'è saturazione. Di tutto questo, con l'allenamento, ne sarà sempre più certo e sicuro.  - La volontà ed il cervello comandano i muscoli.  - Se voi fate l'esperimento di pensare con volontà a qualche cosa, mentre state operando, vi accorgerete che i movimenti del pendolo  diventano confusi….. Bisogna restare "neutri" il più possibile. Tutti i miei allievi hanno superato questo ostacolo ed ottengono risultati  eclatanti. Per lavorare sul Regolo Universale con un Pendolo Universale è molto semplice:  - Si orientano gli aghi del pendolo in orizzontale, tutti e due nello stesso verso, si prendono le onde del PIANO ORIZZONTALE ed il  pendolo reagisce girando. Se, con gli aghi nella stessa posizione, prendiamo le onde di un PIANO VERTICALE, il pendolo si arresta.  Semplicemente si avrà l'arresto del pendolo malgrado la volontà - forza mentale. Se si ritorna sul PIANO ORIZZONTALE  automaticamente il pendolo riprenderà il suo movimento.  La nutrizione - Alimentazione   Per le persone che cominciano a manipolare un Pendolo, che cosa è interessante? Dapprima osservare l'alimentazione (le sostanze di  nutrizione) ….. i cibi sono evidentemente destinati ad aumentare la nostra lunghezza d'onda di salute - devono quindi far girare il pendolo  nel senso delle lancette dell'orologio….. nel senso del positivo. Se si fa un esame su qualcosa di cattivo o di improprio, un alimento od un  medicamento, il Pendolo gira all'inverso rispetto alle lancette dell'orologio…..  Allora, allo scopo di allenarsi, si prendono i colori ROSSO e BLU: sul ROSSO il Pendolo gira positivo, sul BLU il Pendolo gira negativo…..  si continua così e ci si allena fin dai primi tempi, in continuazione, al fine di educare la nostra "antenna" ed i sistemi di decodifica (BULBO  e SIMPATICO TOTALE). Trovo che sia molto facile e molto produttivo allenarsi sul ROSSO e sul BLU.  - Ecco ora un esperimento che ci fa vedere qualcosa non conosciuto in FISICA:  la RADIESTESIA (vi ricordo qui tutta la serie dei miei libri), è la FISICA "ripresa" attraverso le onde. Studiando le onde può capitare di  rilevare fenomeni non ancora spiegati dalla FISICA….. dei "buchi"…..  - Ecco uno di quei "buchi": la bussola per esempio. La bussola è elettro-magnetismo….. essa ha le sue onde orizzontali, che noi rileviamo  e vediamo, ma se dunque è magnetismo, ha anche dei PIANI VERTICALI d'induzione….. Allora dove sono questi piani….. andiamo a  cercarli! Mettiamo gli aghi del PENDOLO in verticale….. come sempre per cercare i PIANI VERTICALI….. mi sposto sulla bussola, ma qui  non ci sono….. Provo ad alzare il pendolo più in alto rispetto alla bussola, e quando arrivo al di sopra dei 20 cm. ecco che il pendolo  comincia a battere la direzione SUD perché abbiamo gli aghi in Verticale Negativo. Inverto adesso gli aghi….. cosa trovo?…. In basso  nulla, ma sopra i 20 cm. trovo il secondo PIANO VERTICALE d'INDUZIONE….. Dunque la mia bussola è composta ben da tre PIANI  (come deve essere), ma, quelli verticali sono separati dalla bussola di 20 cm….. Per provare che si tratta realmente dei tre PIANI  d'INDUZIONE, vado a mettere a OVEST della mia bussola (nel senso della rotazione della Terra) il RADIUM: il RADIUM ha le proprietà di  ingenerare della disintegrazione atomica dunque di creare i tre PIANI d'INDUZIONE…  - Accade adesso un fenomeno diverso sulla mia bussola: riprendo la misurazione in aghi verticali….. mi metto sopra i 20 cm della bussola  e ritrovo tutte le onde dei PIANI VERTICALI come avete visto poco fa - ma attenzione, ora mi abbasso con il pendolo e mi metto dentro i  20 cm dalla bussola e guardate bene, compaiono gli stessi PIANI che abbiamo anche al di sopra dei 20 cm.!!!!!!!!!!!!  - Ecco guardate …ora inverto gli aghi sempre VERTICALI e rintraccio il PIANO d'INDUZIONE EST-OVEST e NORD-SUD.  Ripeto continuamente la lettura delle onde dei PIANI VERTICALI e le ritrovo a tutte le altezze…  - La cosa sorprendente è ritrovare le onde verticali a livello della bussola stessa: si tratta dunque d'un fenomeno di DISINTEGRAZIONE  ATOMICA! Su questo genere di disintegrazione atomica la FISICA non ci ha dato ancora notizia.  Mai in FISICA ci si è serviti di una  bussola per creare la disintegrazione ….. eppure si può fare.  - Se io prendo per esempio un pezzetto di ferro e lo metto sulla bussola così,….. il mio pezzetto di ferro darà semplicemente delle ONDE  VERTICALI POSITIVE e continuerà a battere positivo all'infinito. Se però lo metto sulla bussola in atto di creare della DISINTEGRAZIONE  ATOMICA, il ferro dà… i suoi elettroni… il ferro ha 26 elettroni….. di conseguenza se io mi metto là sopra a testare la  DISINTEGRAZIONE, devo trovare la serie 26…..  - Vedete allora….. ho potuto fare l'analisi del ferro per mezzo di una bussola….. e l'esperimento è perfettamente riuscito.  - Per andare più svelti, state a guardare: inverto gli aghi e avrò così la "serie" diviso cinque. Guardate, abbiamo 1 - 2 - 3 - 4 - 5  rotazioni….. cinque battimenti EST-OVEST….. poi cinque rotazioni negative….. cinque battimenti NORD-SUD e sempre l'arresto del  PENDOLO per SATURAZIONE…  la SATURAZIONE è una prova che non è la mia volontà a comandare il PENDOLO. Con la bussola  "disintegrabile"….. noi facciamo delle analisi degli elettroni di tutti i CORPI SEMPLICI di MENDELEIEFF ….. esistono 92 CORPI  SEMPLICI .... questa lista termina con l'URANIO. Poi ce ne sono dei nuovi di cui si può fare l'analisi con una bussola. Vi ho mostrato un  esperimento che la FISICA non può (non può ancora) fare, ma arriverà obbligatoriamente a ciò….. sarà preparato certamente un  apparecchio che farà tutto ciò automaticamente….. farà tutto ciò che noi facciamo qui con i nostri apparecchi.  - Qui noi abbiamo fatto delle dimostrazioni profonde, con degli strumenti semplici, e ciò prova che il METODO è perfetto!  Ricerca dell'acqua Quando ho iniziato ad occuparmi di RADIESTESIA, cercavo soprattutto delle sorgenti, dei filoni, correnti d'acqua per le proprietà; ero  Ingegnere a Parigi (dovevo occuparmi dell'acqua, dell'elettricità, del riscaldamento nelle case)….. cercavo dunque l'acqua….. per  rendermi conto come potevo fare i miei lavori.  In una proprietà, dove non c'era molta acqua, il proprietario mi ha detto: "la trovi"!  Ho deciso di servirmi della "bacchetta di nocciolo"….. Con essa ho determinato il luogo dove, sotto, poteva esserci dell'acqua. Facevo il  pozzo a mio rischio e pericolo e quando trovavo l'acqua guadagnavo l'incarico per tutti i lavori da eseguire…..  Ho fatto ciò per 43 anni….. non so come andavano le cose, ma io ero sempre molto sicuro….. ho approfondito, da subito, i miei studi sulla  "bacchetta di nocciolo" e per tutto ciò che conoscevo in elettro-magnetismo, ho deciso di trasformarla…..  Ecco guardate come l'ho trasformata! Devo dirvi che la bacchetta normale da rabdomante non seleziona i differenti tipi di onde….. infatti,  di tanto in tanto avevo delle sorprese sgradevoli, poiché un filone d'acqua, anche se dentro non vi scorre dell'acqua, a causa dei suoi  bordi, fa reagire e abbassare la bacchetta! Cercavo allora di eseguire la ricerca con più precisione, ma avevo comunque sempre molte  difficoltà… Mi sono detto allora: "bisogna che io mi crei degli apparecchi più selettivi"…..  Allora….. sul mio pendolo io avevo aggiunto delle antenne di T.S.F (gli aghi magnetici)….. in fondo io sono Professore in campo di  antenne….. ebbene, se in una antenna metto verso l'alto il POSITIVO VERTICALE….. detecterò solamente le onde verticali positive, …..  all'inverso: quelle verticali negative…..  Ho fatto la stessa cosa sulla mia bacchetta ….. e così se voglio detectare le onde orizzontali, metto gli aghi magnetici orizzontali - positivo  in avanti per il positivo - negativo in avanti per il negativo - inversi per le onde verticali inverse ….. altri tre tipi di onde…  Ho dunque già 6 tipi di onde;  - la Settima: voi avete già visto i 4 movimenti sul VERDE questo è un tipo di onda….. e poi….. ci sono  ancora altre onde molto mal conosciute in FISICA, ma che esistono…..    La FISICA conosce le infraonde e gli ultravioletti: le infraonde al  di là del ROSSO, gli ultravioletti al di là del VIOLA….. ed è tutto!  Ma ci sono 5 infra e 5 ultra che esistono e che io ho scoperto e che si possono detectare….. Se io organizzo l'antenna in questo modo:  metto un ago in posizione verticale positivo (in alto) e l'altro in posizione orizzontale, detecto tutte le onde INFRA….. guardate questo  esempio: qui ho la striscia dei colori orientata con il ROSSO a NORD e il VIOLA a SUD…. mi metto con l'antenna sul rosso e non ho  movimento….. mi sposto a sinistra - appena fuori dal rosso - e la bacchetta reagisce: detecta l'INFRA-ROSSO ….. mi metto ora sul  VIOLA…..e non ho reazione - dunque niente INFRA…..  Se adesso inverto la posizione dell'ago verticale e dispongo il negativo in alto….. guardate a fianco del ROSSO non ho più nulla, mentre  al limite del VIOLA ho la reazione dell'antenna: in questo momento, qui, detecto l'ULTRA-VIOLA. Ma se a fianco del ROSSO metto un  nastro NERO - a fianco del VIOLA metto un nastro bianco….. io troverò allora, nella linea, le mie 5 INFRA e le mie 5 ULTRA… dalla parte  del BIANCO troverò INFRA e ULTRA, a fianco del VERDE: INFRA e ULTRA, a fianco del VIOLA: INFRA e ULTRA, a fianco del ROSSO:  INFRA e ULTRA, e a fianco del NERO: INFRA e ULTRA; ESISTONO nella NATURA: 5 INFRA e 5 ULTRA. Ho intercalato, per  conseguenza, tutte le INFRA e le ULTRA nella gamma dello spettro e le si trovano al loro posto perfettamente.  Si può dare la loro  lunghezza d'onda esatta. Questa scoperta manca a tutt'oggi nelle conoscenze della FISICA. Studiando la struttura vibratoria delle cellule  umane si scopre ancora un tipo di onda. La speciale struttura vibratoria delle cellule umane è questa: è fatta di VUOTO e di PIENO; due  settori opposti sono fatti di VUOTO e le parti "piene" si spostano nel VUOTO….. a causa di questo movimento sono in atto di bombardarsi  l'una con l'altra….. se noi tracciamo la cellula come essa è in realtà….. il NORD ( ) i neutroni…  Ora, in FISICA, si sa ciò che produce la DISINTEGRAZIONE ATOMICA….. Ebbene… la vita delle nostre cellule….. ed il calore che ci è  dato, è dato dalla DISINTEGRAZIONE di tutte le nostre cellule, ….. senza ( )….. noi avremmo delle malattie come il cancro…..  D'altra parte, quando noi siamo in esterno - e non importa dove - siamo nutriti dai "piccoli raggi" essi sono dovunque ….. i "piccoli raggi"  fanno germogliare le piante….. sono necessari per lo sviluppo della terra, etc….. ma questi "piccoli raggi " li abbiamo anche nelle nostre  cellule e sono in direzione ( )….. al neutrone. (Fine parte prima) 
Conferenza del 1954 (1a parte)
Conferenze Home Biografia Metodo I Suoi 10 libri Radiestesia Acque minerali Analisi Testi vari Conferenza Associazione Conferenza del 1954 (1a parte) Conferenza del 1954 (2a parte) Conferenza del 1954 (3a parte) Download file PDF Conferenza del 1954 (4a parte) Audio conferenza Turenne MENU Conferenza Conferenza del 1954 (1a parte)